Lo svedese DJ Avicii muore a 28 anni

Lo svedese DJ Avicii muore a 28 anni

L’artista è morto a Muscat, la capitale dell’Oman, secondo una dichiarazione del suo rappresentante

Il dj svedese Tim Bergling, noto come Avicii , è morto  questo venerdì a Muscat, la capitale dell’Oman, secondo una dichiarazione del suo rappresentante.Il musicista è stato uno dei più noti artisti di musica elettronica di oggi ,anche se si era ritirato a marzo 2016. “È con profonda tristezza che annunciamo la perdita di Tim Bergling, noto anche come Avicii, che è stato trovato morto a Muscat, Oman, questo venerdì pomeriggio, ora locale, il 20 aprile. La famiglia è devastata e chiediamo a tutti di rispettare il loro bisogno di privacy in questo momento difficile, non ci saranno più dichiarazioni “, recita la nota.

A marzo 2016 ha annunciato ufficialmente il suo ritiro dal mondo della musica. Prima del suo addio ha accumulato affaticamento. Ha poi detto che non si era ristabilito nelle condizioni di un’operazione di appendicite e alcuni problemi biliari.

Avicii è stato, senza dubbio,,  capace fino al suo ritiro dall’essere headliner di grandi festival in quasi tutto il mondo grazie ad alcune di quelle canzoni elettroniche per tutti i pubblici che aderiscono alla memoria con facilità sorprendente. La sua carriera non ha smesso di crescere da quando, nel 2011, il suo successo Levels èdiventato uno dei pezzi più ballati e suonati del tempo. Poi sono arrivati ​​due pezzi che lo hanno reso ancora più popolare e che sono stati il ​​numero uno in innumerevoli paesi. Si tratta di Wake Me Up! (cantato nientemeno che Aloe Blacc) e Hey Brother , che erano già parte di quello che era il loro primo album di successo, True (2013), un’opera in cui lo svedese ha sperimentato diversi generi espandendo la sua tavolozza stilistica senza allontanarsi dal suo più lato commerciale, aggiungendo anche il paese al suo stile.

Lo svedese ‘DJ’ Avicii, in un’immagine di  GETTY  fonte EL PAIS

 

Lascia un commento

Top