San Francisco vieta la vendita di pelli e pellicce

Con questa decisione, la città diventa la più grande città degli Stati Uniti per proibire la vendita di vestiti e prodotti realizzati con animali

San Francisco è diventata la più grande città degli Stati Uniti mercoledì scorso per proibire la vendita di pellicce come mezzo per proteggere gli animali. Il consiglio di sorveglianza di questa città, tradizionalmente liberale, ha votato all’unanimità sulla misura presentata martedì.

Humane Society International (HSI), l’associazione di difesa degli animali, ha celebrato la mossa: “È un voto storico ed entusiasmante per entrambi. gli animali e per il consumo compassionevole, e speriamo che il mondo stia guardando”.Il divieto si applicherà ai cappotti e qualsiasi altra cosa che abbia vera pelliccia, inclusi portachiavi e guanti.

Ma San Francisco non è il primo ad adottare questa misura.In passato, due piccole città californiane – West Hollywood e Berkeley – avevano già vietato la vendita di pelli. Lo stesso accade in India e nella città brasiliana di San Paolo, secondo HSI sul suo blog.

Lo standard si aggiunge alle misure recentemente annunciate da due importanti aziende di moda: Versace e Furla. Altri come Armani, Calvin Klein, Hugo Boss, Ralph Lauren, Michael Kors e Gucci avevano già smesso di usare pelli di animali.

Katy Tang, membro del Supervisory Board di San Francisco, ha affermato che si stima che ogni anno circa 50 milioni di animali “vengano massacrati in modo raccapricciante per  apparire alla moda”. “Spero (che questa misura) abbia inviato un messaggio forte al resto del mondo”, ha aggiunto Tang secondo il San Francisco Chronicle .

I commercianti hanno espresso preoccupazione per la misura. La vendita di pellicce in città rappresenta almeno 40 milioni di dollari all’anno, secondo la Camera di commercio di San Francisco. La risoluzione entrerà in vigore il 1 ° gennaio, anche se i venditori hanno tempo fino a gennaio 2020 per liquidare l’inventario esistente.   

 

 

fonte El Pais immmagine Getty

Please follow and like us:

Lascia un commento

Top